Un grandioso labirinto in mosaico ispirato a Dante e San Vitale

Trae ispirazione dei gironi infernali della Divina Commedia e lo si può considerare “il più grande al mondo” per il numero di artisti coinvolti

Una concentrazione di artisti senza precedenti per creare un dialogo magico fra labirinto sospeso e mosaico, tra natura e opera umana. Sono 169 gli artisti coinvolti nello sviluppo modulo triangolare in mosaico dell’associazione Dis-Ordine, fra loro ci sono allievi delle scuole di mosaico, cittadini ravennati, detenuti e anche una signora dall’Uzbekistan. A loro vanno aggiunti l’artista Luigi Berardi e tutta l’Azienda Galassi di Alfonsine: il risultato è un labirinto in mosaico che richiama Dante e San Vitale.

Si tratta dell’ultima tappa itinerante per la preziosa collezione del Dis-Ordine a Port’Aurea. Si conclude proprio dove è cominciato l’incredibile viaggio del labirinto in mosaico: all’Azienda Galassi di Alfonsine. Proprio qui, nel 2017, i maestri del Dis-Ordine hanno realizzato il primo modulo triangolare dell’ormai noto percorso pavimentale in mosaico ispirato al labirinto della Basilica di San Vitale e agli elementi della natura nell’opera di Dante.

Leggi tutto l’articolo cliccando qui in RavennaToDay