Comune di Riolo Terme: Menzione di merito per Stefano Cangini

Vincitrice la faentina Luisa Maria Mengolini, menzione di merito per Stefano Cangini

L’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea, con l’aiuto di un’apposita Commissione giudicatrice composta da esperti e rappresentanti degli enti proponenti il percorso, ha concluso i lavori di valutazione dei progetti pervenuti per il Concorso di idee “Le 127 giornate di Riolo”, finalizzato alla realizzazione di un monumento alle vittime Civili di guerra cadute nel Comune di Riolo Terme. Il percorso, è spiegato in una nota, è stato possibile grazie ad un contributo della Regione Emilia-Romagna, erogato ai sensi della L.R. 3/2016 sulla Memoria del Novecento, e dell’Associazione Nazionale delle Vittime Civili di Guerra sezione di Ravenna.

Vincitrice del Concorso è risultata la faentina Luisa Maria Mengolini, classe 1998 e studentessa di Arti Visive presso l’Università di Bologna, con il progetto “Maceria viva”: a lei verrà pertanto assegnato il premio previsto di 600 €. La proposta progettuale consiste nel recupero dell’elemento macerie, rifacendosi allo stato di distruzione che colpì il paese, che oggi non mostra più i segni della guerra, ma che all’epoca travolse violentemente gli effetti domestici della quotidianità rappresentati, fra blocchi di detriti accatastati in modo verticale, da un paio di forbici, una penna, una posata, un orologio, un metro da sartoria ed un giocattolo, tutti elementi simbolici, realizzati in metallo e applicati tra i blocchi che ricordano le case crollate. Il dato più innovativo e interattivo del progetto risulta l’applicazione, sempre tra i blocchi, di appositi QR Code che rimandano a 7 frammenti letterari tratti, con particolare efficacia, dal testo base dello storico Leonida Costa che fu il più fedele cronista di Riolo durante le sofferte giornate di guerra.

All’unanimità la Commissione ha ritenuto di riconoscere qualità e valore anche al secondo classificato Stefano Cangini di Ravenna con il progetto “Memoria ligno” e di assegnargli una particolare menzione di merito. Al terzo posto si è classificato Giovanni Ferro con il progetto “Devastazione”. Tutti gli elaborati dei progetti in gara saranno oggetto in primavera di una mostra aperta al pubblico presso la Biblioteca Comunale di Riolo, non appena le condizioni dell’emergenza sanitaria lo consentiranno.

L’opera monumentale sarà realizzata entro il primo semestre del 2021 ed inaugurata insieme ad un percorso di valorizzazione dei luoghi di memoria della seconda guerra mondiale, che nel territorio comunale di Riolo accomuna il lungo periodo dei bombardamenti, la presenza decisiva dei soldati italiani del Gruppo “Friuli” e della Brigata Ebraica, una rete di salvatori degli ebrei perseguitati dalle leggi fasciste del 1938 e del 1943 ed alcune figure eroiche di cittadini che in quel tragico periodo si spesero per il bene della collettività.

“L’Amministrazione Comunale ci tiene a ringraziare tutti partner per la collaborazione e per l’ottimo lavoro svolto, con le scuole, e con tutta la progettazione che a causa del Covid è stata riorganizzata. Continueremo a ad insistere sul solco della Memoria, quella del nostro territorio ancora di più, ed appena si potrà verranno svolte visite guidate ed attività per mantenere vivo e divulgare il materiale derivante dalle attività di quest’anno ed in particolare il nuovo monumento.”

Articolo pubblicato in Ravenna24ore.it al seguente link:
https://www.ravenna24ore.it/area/riolo-terme/2020/12/29/le-127-giornate-di-riolo-concluso-il-concorso-di-idee/

Articolo pubblicato su FaenzaNotizie.it al seguente link:
https://www.ravennanotizie.it/societa/2020/12/28/concluso-concorso-di-idee-le-127-giornate-di-riolo-terme-per-monumento-alle-vittime-civili-di-guerra/

Articolo pubblicato su il RestodelCarlino.it al seguente link:
https://www.ilrestodelcarlino.it/ravenna/cronaca/il-progetto-maceria-viva-scelto-per-le-127-giornate-di-riolo-1.5860051

Articolo pubblicato in PiuNotizie.it al seguente link:
https://piunotizie.it/conclusione-del-concorso-di-idee-le-127-giornate-di-riolo-terme/

Articolo pubblicato in RavennaWebTV.it al seguente link:
https://www.ravennawebtv.it/le-127-giornate-di-riolo-terme-vince-la-studentessa-faentina-luisa-maria-mengolin/

Pubblicato in News

Inaugurato davanti alla casa circondariale di Ravenna il labirinto pavimentale dell’associazione Dis-Ordine

Inaugurato oggi, domenica 6 ottobre, nel giardino davanti alla casa circondariale di  Ravenna, nell’ambito della Biennale di Mosaico Contemporaneo 2019, alla presenza dell’Assessora alla Cultura del Comune di Ravenna Elsa Signorino e della Direttrice del Carcere dott.ssa Carmela De Lorenzo, il labirinto pavimentale in mosaico dell’Associazione Dis-ORDINE con il Patrocinio di Ministero della Difesa e Comune di Ravenna (Assessorato alle Politiche Sociali – Assessorato alla Cultura – Assessorato Ambiente) e in collaborazione con LandShapes di Paolo Gueltrini, da una idea di Giampiero Corelli.

La grande collezione di mosaici ravennati è stata realizzata con ampio coinvolgimento generazionale di artisti e mosaicisti, delle scuole e degli ospiti della Casa Circondariale dal 2017 ad oggi.  L’opera è un percorso pavimentale sviluppato attraverso 169 moduli triangolari, sia in richiamo alla tarsia del labirinto di San Vitale, sia come traccia verso la direzione “E quindi uscimmo a rivedere le stelle.”(Dante Inferno XXXIV, 139).  Ai partecipanti è stato suggerito il tema trasversale Gli Elementi della natura nell’Opera di Dante, entro il quale ognuno ha potuto individuare un’ampia gamma di suggestioni da trasporre in immagini, texture, geometrie, segni, simboli, cifre e figure.
Clicca qui per l’articolo completo: RavennaNotizie

Pubblicato in News

Un grandioso labirinto in mosaico ispirato a Dante e San Vitale

Trae ispirazione dei gironi infernali della Divina Commedia e lo si può considerare “il più grande al mondo” per il numero di artisti coinvolti

Una concentrazione di artisti senza precedenti per creare un dialogo magico fra labirinto sospeso e mosaico, tra natura e opera umana. Sono 169 gli artisti coinvolti nello sviluppo modulo triangolare in mosaico dell’associazione Dis-Ordine, fra loro ci sono allievi delle scuole di mosaico, cittadini ravennati, detenuti e anche una signora dall’Uzbekistan. A loro vanno aggiunti l’artista Luigi Berardi e tutta l’Azienda Galassi di Alfonsine: il risultato è un labirinto in mosaico che richiama Dante e San Vitale.

Si tratta dell’ultima tappa itinerante per la preziosa collezione del Dis-Ordine a Port’Aurea. Si conclude proprio dove è cominciato l’incredibile viaggio del labirinto in mosaico: all’Azienda Galassi di Alfonsine. Proprio qui, nel 2017, i maestri del Dis-Ordine hanno realizzato il primo modulo triangolare dell’ormai noto percorso pavimentale in mosaico ispirato al labirinto della Basilica di San Vitale e agli elementi della natura nell’opera di Dante.

Leggi tutto l’articolo cliccando qui in RavennaToDay

Pubblicato in News

Rassegna stampa: Dis-Ordine a Chartres con 169 mosaici

La più grande mostra di mosaico ravennate mai realizzata
Un gemellaggio rafforzato

Rafforzato il gemellaggio Ravenna-Chartres grazie a un simbolo che unisce le due città nel segno del labirinto con un mosaico realizzato da tutti gli ex-allievi delle Scuole d’Arte di Ravenna che ora operano nel mondo.
Per leggere l’articolo su Ravenna24ore cliccare qui
Sito dell’associazione Dis-ORDINE

Pubblicato in News

Mosta, 2018: ODYSSEY DANS LE LABYRINTHE

20 OTTOBRE – 11 NOVEMBRE

I 169 mosaici del progetto Dis-ORDINE A PORT’AUREA
in mostra a Chartres al 12° Rencontres Internationales de Mosaique.

La più grande mostra di mosaico ravennate partecipata in modo corale da tutti gli ex-allievi delle Scuole d’Arte di Ravenna e Provincia. Gli ex-allievi delle Scuole d’Arte di Ravenna e Provincia in Italia e all’Estero, artisti e mosaicisti più noti e meno noti che hanno concesso il loro prezioso contributo artistico sono:
Anna Agati, Sara Alberani, Enrico Argelli, Elisabetta Argnani, Barbara Arveda, Giuliano Babini, Rossella Baccolini, Nicole Balducci, Giorgia Baroncelli, Anna Bartolotti, Rosetta Berardi Lavatura, Serena Berci, Giovanna Bezzi, Micòl Bezzi, Severo Bignami, Giorgia Bocchini, Marit Bockelie, Rita Bombi, Lella Borghesi, Dalida Bosi, Eleonora Branchetti, Dusciana Bravura, Marco Bravura, Elisa Lagonegro, Mariella Busi De Logu, Stefano Cangini, Daniela Caravita, Livia Ferruzzi, Saturno Carnoli, Elena Casini, Adua Castellucci, Silvia Causin, Giampiero Cevoli, Silvia Colizzi,Sergio Cicognani, Diego Daira-Katia Maur, Marika Dall’Omo, Laura Dalmonte, Keti Darchini-Fabrizia Vichi, Nedo Del Bene, Marco De Luca, Barbara Diani, Giada Donati, Dana Donnnoli, Dorotea Drudo, Valeria Ercolani, Marijan Erste, Stefania Fogli, Gloria Foletti, Simonetta Foletti, Maria Cristina Foschini, Debora Gaetta, Giovanna Galli, Sonia Golfari, Linda Griffiths, Francesca Grilli, Silvia Guerra, Francesca Guerzoni, Andrea Hafsi, Mauro Hafsi, Loredana Lamanuzzi, Marcello Landi, Rossana Lanzotti, Tamara Latteo, Barbara Lodoli, Bianca Lupi, Michela Manfrini, Gianluca Mazzotti, Davide Medri, Alessandra Melandri, Giulio Menossi, Jessica Mongiusti, Barbara Morara-Fabiola Mordenti-Bruna Vanoni, Adriana Morelli, Verdiano Marzi, Jessica Mascia, Edoardo Missiroli, Silvia Naddeo, Felice Nittolo, Stella Nittolo, Luciana Notturni, Clarissa Nuzzi, Adello Onofri, Elena Pagani, Michele Pagani, Giulia Pagnani, Roshanak Payrovi, Dalila Pattavino, Jonatan Sato Pereira, Chiara Piovan, Diana Pocaterra, Elisabetta Papageorgiou, Maddalena Quattrocchi, Paolo Racagni, Barbara Raimondi, Maria Lucia Raimondi, Simona Righi, Gabriela Rigoni-Cristian Sansavini, Ylenia Roma, Chiara Sansoni, Laura Salvatori, Sabrina Santoro, Serena Saporetti, Samkia Spinazzi, Silvia Stanzani, Nicoletta Stradaioli, Tiziana Tesselli, Anna Togni, Paola Turchetti, Virna Valli, Silvia Venturi, Cesare Vitali, Francesca Vitali, Brunetta Zavatti, Virginia Zanotti, Azienda Galassi-Labirinto Effimero, Fraternità San Damiano – Ravenna, Albergo Cappello – Ravenna, Fondazione Ravennantica, Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo – Ravenna (7), Laboratorio Arcobaleno – Ravenna, Istituto Ghepelling – Milano, ER Concerti – Ravenna, Mama’s Club – Ravenna, Ritmica Edera Ravenna, Musaico – Cesena (2), Koko Mosaico – Ravenna, Casa Circondariale – Ravenna (8), oltre che gli allievi delle Scuole: Scuola Elementare R. Ricci, Scuola dell’Infanzia Landoni, Scuola Elementare F. Mordani, Scuola Elementare G. Pascoli, Scuola Elementare B. Pasini, Scuola Elementare G. Garibaldi, Scuola Elementare M. Bartolotti di Savarna, Istituto Comprensivo Satta-Fais di Ploaghe e gli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna – Corso di Mosaico prof. Daniele Strada.

Mostra città di Chatres Francia

Il progetto generale Dis-ORDINE A PORT’AUREA, avviato in accordo con la Direttrice della Casa Circondariale di Ravenna dott.ssa Carmela De Lorenzo e sviluppato in collaborazione con LandShapes di Paolo Gueltrini, si avvale della collaborazione e del sostegno di Ministero della Difesa, Comune di Ravenna, Regione Emilia Romagna, ORSONI Venezia, Siderurgica Ravennate, CMC e GAMA CASTELLI.

Si ringraziano: l’Associazione Les 3R (Chartres) e l’Associazione Amici di Chartres (Ravenna).

Il Consiglio direttivo dell’Associazione Culturale
Dis-ORDINE DEI CAVALIERI DELLA MALTA E DI TUTTI I COLORI ex-allievi e insegnanti delle Scuole d’Arte di Ravenna e Provincia
Presidente Marcello Landi
Vice Presidente Giuliano Babini
Mariella Busi, Fulvio Fiorentini, Elena Pagani, Daniela Caravita, Dusciana Bravura, Stefano Cangini, Federico Zanzi, Anna Togni, Agnese Navoni
Tesoriere Renzo Pasini

Pubblicato in News

Mostra di opere degli ex allievi e docenti delle Scuole d’arte di Ravenna

Esposti dipinti, disegni, video, mosaici e sculture, al Fresco di via IV Novembre 51
Inaugura giovedì 22 dicembre alle 17.30 al FRESCO in via IV novembre, 51 a Ravenna la mostra di opere degli ex-allievi e docenti delle Scuole d’Arte di Ravenna a cura dell’Associazione Dis-ORDINE dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori.

Continua a leggere l’intero articolo in RavennaNotizie

segnatavolo-dis-ordine-al-fresco-1024x1024

Pubblicato in News

Dal Wall Street International Magazine – Arte

Un articolo di Mariella Busi de Logu

Ravenna città di artiste e di artisti
Dis-Ordine dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori

1 GIU 2016 di MARIELLA BUSI DE LOGU
Per la grande poeta russa Marina Cvetaeva la creazione umana è un contraccolpo. Ecco le sue parole: “…una cosa mi colpisce, e io rispondo, contraccambio. Oppure la cosa mi interroga e io rispondo … Sempre dialogo, lotta, interazione. La cosa propone un enigma. Sotto il pennello – nella mano – la risposta. Risposta o ricerca della risposta una terza entità, nuova… “.

Oggi è il 13 maggio 2016. Sono seduta in seconda fila nell’aula della Casa Matha e ascolto Andrea Emiliani, un grande padre dei Beni Culturali, che ha ricevuto molti doni dalla natura, tra questi il dono di una parola chiara, colta e ironica. Il suo è lo sguardo rivolto al passato che usa per interrogare un presente che ha perduto la sua memoria. A volte raggiunge nel racconto punte di diamante, ne condivido tutto il percorso, e “in barba” ai superstiziosi (venerdì 13) oggi è una gran bella giornata. Questo, al quale sto assistendo è il primo evento organizzato dall’Associazione “Dis-Ordine dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori”. Andrea Emiliani ne è socio onorario e in questo incontro presenta il suo ultimo libro L’elogio della mano.
Continua a leggere l’intero articolo nel Wall Street International

Fondatori DIS-ORDINE dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori

Fondatori DIS-ORDINE dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori

Pubblicato in News

Nata l’Associazione Culturale DIS-ORDINE Dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori

Associazione Culturale ex-allievi e insegnanti Scuole d’Arte di Ravenna

Sede a Ravenna in Via A. Zirardini, 3 – Danilo Montanari Editore

e-mail: exart.ravenna@gmail.com

In questo particolare momento di trasformazione delle Scuole d’Arte d’Italia nasce a Ravenna l’Associazione dis-ORDINE Dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori con l’obiettivo di tramandare, attraverso il pensiero collettivo, i valori e i saperi di quanti hanno frequentato o prestato la propria attività presso l’Istituto d’Arte per il Mosaico “Gino Severini”, il Liceo Artistico “Pier Luigi Nervi” e l’Accademia di Belle Arti di Ravenna.

L’Associazione promuove e organizza attività culturali e di ricerca, quali: conferenze, dibattiti, convegni, esposizioni, performances, visite a musei e a luoghi d’interesse artistico, mostre d’arte, spettacoli, concerti, pubblicazioni, viaggi, corsi, tutoraggio orientativo ed ogni altra attività associativa culturale ed editoriale lecita e aderente ai propri scopi finalizzati alla presa di coscienza del Patrimonio culturale territoriale e alla divulgazione del vissuto e del tessuto storico delle scuole d’arte ravennati e relativa memoria.

Tutte le attività sono rivolte ai soci, con il coinvolgimento dei cittadini, di Enti, Fondazioni e altre Associazioni interessate alla conoscenza, alla tutela e alla diffusione della cultura e dei linguaggi inerenti le arti e gli antichi mestieri.

Per associarsi è sufficiente inviare una mail a exart.ravenna@gmail.com per ricevere informazioni sul ritiro  della tessera associativa del costo di 10.00 euro.

Soci Fondatori:
Presidente: Marcello Landi
Vice Presidente: Giuliano Babini
Segretario: Elena Pagani
Consigliere: Mariella Busi
Consigliere: Elisa Simoni
Consigliere: Anna Togni
Consigliere: Fulvio Fiorentini
Consigliere: Stefano Cangini
Consigliere: Agnese Navoni
Consigliere: Daniela Caravita
Consigliere: Federico Zanzi
Consigliere: Dusciana Bravura

14 Aprile 2016, giorno delle firme - Osteria Gamba 7

14 Aprile 2016, giorno delle firme – Osteria Gamba 7

Presentazione alla stampa del 11 Maggio 2016 Casa Mata

Presentazione alla stampa del 11 Maggio 2016 Casa Matha di Ravenna

Logo DIS-ORDINE dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori

Logo DIS-ORDINE dei Cavalieri della Malta e di tutti i Colori

Pubblicato in News

Aggiornamento della Gallery

Il sito è stato aggiornato nella sezione Gallery con le immagini di alcuni quadri dell’artista.

Quando si guarda un’immagine si ha la possibilità di scaricarla (una volta nel dettaglio della foto) nel formato più grande con una maggior definizione.

Pubblicato in News